Robot Aspirapolvere per Moquette: Scelta e Recensioni

Il miglior robot aspirapolvere per moquette può dare una preziosissima mano d’aiuto per pulire questa particolare superficie!

Pulire la moquette è un’operazione che richiede tempo, fatica e tanto olio di gomito. Si tratta infatti di una superficie che tende, per natura, ad accumulare polvere e peli a profusione, un po’ come avviene con i tappeti. Eppure, con il giusto aiutante domestico, è possibile risolvere anche questo problema.

Faccio riferimento nello specifico ai robot aspirapolvere per moquette, un ottimo “espediente” per semplificare la pulizia in casa, automatizzandola quasi del tutto e facendo il pieno di tecnologie. Se ti interessa scoprire quali caratteristiche dovrebbe avere un apparecchio in grado di svolgere questo compito, ti consiglio di leggere la mia guida e le mie recensioni dei migliori robot aspirapolvere per moquette!

Robot aspirapolvere per moquette: quali caratteristiche?

Come ti ho già spiegato nella mia guida sui robot aspirapolvere per tappeti, c’è un elemento che più di tutti gli altri farà la differenza, ovvero la tipologia di spazzole che il robottino usa per pulire per terra.

Nella fattispecie, per pulire al meglio la moquette è importante che il robot, oltre alla spazzola laterale, ne abbia anche una centrale, meglio ancora se più larga del solito. Le setole di questa spazzola dovrebbero essere rigide, anche se oramai le migliori soluzioni sul mercato propongono un mix di setole morbide e di lamelle in silicone, ideali per sollevare la polvere dai tessuti e dalle fibre della moquette, per facilitarne l’aspirazione.

Non contano solo le setole perché, come sicuramente saprai già, è importante anche la potenza di aspirazione. I robot aspirapolvere per moquette dovrebbero avere una potenza aspirante compresa tra i 2.000 Pa e i 3.000 Pa, dunque mediamente elevata. Allo stesso tempo, è importante che la batteria sia a lunga durata, perché durante l’aspirazione della moquette il robottino farà maggiori sforzi e dunque impiegherà più energia del solito.

Il mix di queste caratteristiche (ovvero spazzola, potenza e autonomia) garantirà un risultato eccellente sulla moquette. Il robot, infatti, riuscirà a sollevare e a risucchiare anche lo sporco che si annida in profondità tra le fibre. Inoltre, esistono dei robot di ultima generazione dotati di sensori speciali, che riconoscono la moquette non appena l’apparecchio ci finisce sopra. Tali sensori sono utili perché regolano da soli la potenza aspirante, spingendola al massimo, o attivando la modalità Turbo.

Altre caratteristiche che potresti trovare in un robot per pulire la moquette? Il sistema che solleva le spazzole in automatico, in base alla superficie incontrata, la già citata larghezza della spazzola centrale, la capacità del serbatoio e ovviamente le tecnologie relative alla connettività. Si parla, nello specifico, di opzioni come la gestione via app, la possibilità di programmare il robot e la mappatura degli ambienti, per una perfetta rilevazione degli ostacoli!

Classifica dei migliori robot aspirapolvere per moquette [RECENSIONI]

A mio avviso il miglior robot aspirapolvere per moquette è il DreameBot D10 Plus, insieme all’ECOVACS DeeBot X1, su una fascia superiore. Promossi anche il Lefant M210 (il più economico), il Lubluelu (il migliore per qualità prezzo) e infine l’Honiture G20!

1. DreameBot D10 Plus Robot Aspirapolvere per Moquette 4.000 Pa

Se stai cercando un ottimo robottino aspirapolvere per moquette, e sei disposto a spendere un budget superiore ai 300 euro, allora il DreameBot D10 Plus fa esattamente al caso tuo. Il motivo? Ha una potenza aspirante notevole, pari nientemeno che a 4.000 Pascal, con una spazzola centrale misto setole e lamelle di gomma molto efficace, più una spazzola rotante laterale che serve per ottimizzare la raccolta dello sporco dagli angoli e dai battiscopa. Inoltre, ha la mappatura multipiano.

Significa che, tramite l’app, potrai salvare 3 mappe differenti senza doverle modificare o cancellare in continuazione. La tecnologia di mappatura è il laser LiDAR, noto per la sua precisione e anche per la sua velocità, visto che impiega circa 8 minuti per mappare una superficie di 100 metri quadrati. Naturalmente, sempre attraverso l’app per smartphone, potrai tranquillamente personalizzare le varie operazioni di pulizia, ad esempio settando un recinto virtuale e programmando la partenza automatica del robot.

Una delle sue migliori caratteristiche è la presenza di una stazione per lo svuotamento automatico, con un cesto con capacità da 2,5 litri. L’ideale per evitare di dover svuotare manualmente il robot, per molti giorni di fila. Inoltre, il DreameBot D10 Plus può pulire senza problemi il parquet, evitando di graffiarlo, può salire sui tappeti e può anche aspirare senza sforzo i peli degli animali domestici. Infine, la batteria ha una durata di 170 minuti e il robot monta un serbatoio per l’acqua per lavare i pavimenti!

2. ECOVACS DeeBot X1 Turbo Robot per Moquette 5.000 Pa

Ha un costo piuttosto alto, ma rappresenta uno dei migliori robot aspirapolvere per moquette nella fascia top dei modelli con stazione di svuotamento della polvere (capacità da 4 litri). Lo si capisce analizzando la potenza, che arriva addirittura a 5.000 Pascal, e per la presenza di una tecnologia che rileva automaticamente quando il robot sale su un tappeto o si muove sulla moquette, modificando da solo la potenza di aspirazione. Il sistema si chiama AIVI 3D, aiuta ad identificare gli ostacoli ed è uno dei più precisi in circolazione.

Naturalmente è presente una spazzola centrale, più due spazzole laterali, e tutto il set è adatto per agire efficacemente anche sulle superfici morbide e “pelose”, come nel caso dei tappeti e appunto della moquette. Ci sono anche due panni circolari rotanti, che lavano per terra e simulano anche l’effetto lucidatura. L’autonomia massima arriva fino a 260 minuti, e si tratta ovviamente di un robot con app e programmabile in tutto e per tutto. Le mappe che puoi salvare sono al massimo 3 (più 1 in 3D).

Una delle caratteristiche più interessanti è la presenza di una vera e propria telecamera, che è in grado di rilevare gli ostacoli in tempo reale, anche se c’è poca luce nella stanza. La tecnologia per la mappatura è davvero molto precisa, ma colpiscono soprattutto le prestazioni di questo robottino aspirapolvere, capace di agire come un maestro su qualsiasi superficie in casa, compreso il parquet. Aggiungendo anche la stazione per lo svuotamento, si tratta di una pepita d’oro!

3. Lefant M210 Robottino Aspirapolvere per Moquette 2.000 Pa

Su una fascia economica troviamo questo spettacolare robot per moquette prodotto dalla nota Lefant. L’M2010 non arriva logicamente alle prestazioni degli altri visti finora, ma ha comunque una potenza sufficiente per aspirare polvere e sporco anche dalle superfici rivestite con la moquette (si parla, infatti, di 2.000 Pascal). Inoltre, a dispetto del prezzo basso, può fare tantissime cose: ti basterà infatti collegarlo al WiFi e sfruttare le tante opzioni a disposizione con l’app per smartphone.

Potrai ad esempio scegliere tra 6 modalità di pulizia, compresi i movimenti casuali e lo SPOT, che si concentra su una zona specifica della mappa salvata. C’è anche il movimento lungo-muro, insieme alla programmazione e alla pulizia in modalità manuale. Potrai anche scegliere tra 3 livelli di potenza aspirante differenti, per adattarlo sia alle superfici complesse come le moquette, sia ai pavimenti delicati come il parquet. Considera però che non ha la spazzola centrale, ma soltanto le due alette laterali: a questo prezzo, è abbastanza normale.

Il sensore a infrarossi è davvero ottimo, dato che consente di rilevare gli ostacoli e impedire la maggior parte degli urti e delle collisioni. Ovviamente ha anche dei sensori che eviteranno le cadute dalle scale, oltre ad un serbatoio per la raccolta della polvere con una capacità da 0,5 litri. In secondo luogo, il Lefant M210 può essere comandato anche tramite comandi vocali con Alexa, ed è incredibilmente efficace anche contro i peli di cani e gatti, il che stupisce visto il prezzo basso!

4. Lubluelu Robot Aspirapolvere Lavapavimenti Moquette 3.000 Pa

Il Lubluelu è una piccola sorpresa, visto che mette in campo delle prestazioni ottime su qualsiasi superficie o pavimento, con una spesa comunque limitata. Ha una potenza aspirante massima pari a 3.000 Pascal, ed è tranquillamente compatibile con la moquette, considerando che monta una spazzola rotante centrale, oltre a due spazzole rotanti ai due lati della scocca, ideali per raccogliere la polvere anche lungo il muro. Inoltre, si dimostra efficace anche contro i peli di cani e gatti.

Da sottolineare la presenza della funzione lavapavimenti con cassetto dell’acqua indipendente, oltre ai tantissimi sensori di precisione, ideali per rilevare gli ostacoli e per evitare gli urti con gli oggetti. I movimenti vengono invece ottimizzati da un algoritmo specifico, che sfrutta l’intelligenza artificiale per pianificare i percorsi. Può essere connesso al WiFi e gestito tramite app, e ha anche la funzione mappatura (lo capisci per via della torretta LiDAR che si trova in cima al robot). Sale anche sui tappeti (max 1,8 cm).

La potenza aspirante può essere impostata scegliendo fra 3 livelli differenti, così da adattarla anche alle superfici delicate come il parquet. Anche l’erogazione dell’acqua che andrà a bagnare il panno in microfibra ha 3 selezioni diverse. Secondo me è incredibile il fatto che il Lubluelu possa addirittura salvare 5 mappe diverse in memoria: un’opzione ideale per chi ha una casa su più piani. Poi tramite l’app potrai selezionare funzioni come i recinti virtuali e le varie modalità di pulizia, oltre alla programmazione!

5. Honiture G20 Robot Aspirapolvere Connesso 3.000 Pascal

Fra i migliori robot aspirapolvere per moquette inserisco anche questo bellissimo modello prodotto dalla Honiture. Il G20 si fa notare per alcune peculiarità che lo rendono perfetto per queste superfici, come la sua potenza di aspirazione da 3.000 Pascal e la presenza di un’efficace spazzola rotante centrale, che fa il paio con le due spazzoline laterali, ideali per agire alla grande sui bordi e lungo i muri. Come se non bastasse già questo, può essere usato senza problemi anche sui tappeti e sul parquet.

Il G20 è ottimo anche contro i peli dei cani e dei gatti, e ha un set di sensori che capiscono immediatamente quando il robottino sale sopra la moquette o il tappeto, così da regolare in modo automatico la forza di aspirazione. La modalità BOOST, nello specifico, è la più indicata per stanare anche lo sporco più difficile fra le fibre della moquette. Può essere gestito via app, perché si collega al WiFi, ma non ha la tecnologia adatta per mappare gli ambienti domestici: un piccolo limite da tenere in conto.

Potrai scegliere fra varie modalità di movimento, da quella a zig-zag fino ad arrivare alla spot, passando per il lungo-muro e lo spostamento casuale. Nella confezione è incluso anche un nastro magnetico per creare una barriera fisica, e per impedire al robottino di “invadere” le zone indesiderate. Pur non essendo un capolavoro tecnologico, ha un prezzo tutto sommato contenuto e non rinuncia ad una notevole potenza aspirante. Inoltre, è uno dei più versatili in circolazione, e ha un’autonomia di 120 minuti!

Come scegliere un robot aspirapolvere per moquette?

1. Tipi di spazzole

Quando ti appresti a scegliere un robot aspirapolvere per la tua moquette, ti ritrovi a dover valutare una serie di caratteristiche tecniche. Tra queste, un elemento fondamentale è rappresentato dalle spazzole.

Esistono tre tipologie principali di spazzole che un robot aspirapolvere può avere. La prima è la spazzola centrale o rotante. Questa si trova sul fondo del robot ed è responsabile della maggior parte dell’azione di pulizia. È caratterizzata da setole fitte che possono penetrare nel tessuto della moquette, spazzando via lo sporco e i detriti che si accumulano nelle fibre.

La seconda tipologia è rappresentata dalle spazzole laterali. Queste spazzole, solitamente a forma di tentacolo o a raggio, sono posizionate vicino ai bordi dell’aspirapolvere e la loro funzione principale è raccogliere lo sporco lungo i bordi della stanza o nelle aree difficili da raggiungere, per poi inviarlo verso la spazzola principale.

La terza tipologia è costituita dalle spazzole in silicone o in gomma. Queste spazzole sono particolarmente efficaci nella raccolta dei peli di animali, che potrebbero infilarsi tra le setole di una spazzola tradizionale, rendendo la pulizia meno efficace.

Ora, la domanda è: quale di queste spazzole è la migliore per la moquette? La risposta non è univoca. La scelta dipende principalmente dal tipo di sporco che si tende ad accumulare e dalle caratteristiche specifiche della moquette. In generale, però, la spazzola centrale dotata sia di setole in nylon che di lamelle in silicone è sicuramente la più efficace.

2. Mappatura delle stanze

La mappatura delle stanze è una funzione avanzata che molti robot aspirapolvere moderni possiedono, che consente loro di pulire in modo più efficiente e mirato le superfici. Ma come funziona questa tecnologia? Una volta acceso, il tuo piccolo aiutante elettronico inizierà a esplorare l’ambiente circostante, usando i suoi sensori avanzati per rilevare ostacoli, cambiamenti di livello e altri dettagli dell’ambiente.

Questi dati vengono poi elaborati dal sistema di navigazione del robot, che costruisce una mappa digitale del tuo spazio abitativo. Questa mappa è molto più di una semplice rappresentazione grafica: è una sorta di modello interattivo che il tuo robot utilizza per navigare in modo più efficace, programmato per evitare ostacoli, seguire percorsi ottimizzati e persino ritornare alla base per la ricarica quando la batteria è quasi scarica.

Ma cosa accade quando vivi in una casa su più piani? Qui entra in gioco la funzionalità a più piani. Se il tuo robot aspirapolvere è multipiano, sarà in grado di memorizzare diverse mappe, una per ciascun piano della casa. Quindi, quando lo sposti da un piano all’altro, riconoscerà il cambiamento di ambiente e selezionerà la mappa corrispondente. Questo significa che può continuare a pulire in modo efficace, senza bisogno che tu lo guidi o gli insegni nuovi percorsi.

In conclusione, la mappatura delle stanze e la capacità di gestione multipiano sono funzionalità avanzate che rendono i robot aspirapolvere strumenti ancora più utili e pratici per mantenere pulita la tua casa. Non solo ti risparmiano il lavoro fisico di pulire, ma lo fanno in modo intelligente e accurato, garantendo che ogni angolo della tua casa riceva l’attenzione che merita. Non importa quanto sia grande o complessa la tua casa, con un robot aspirapolvere con mappatura delle stanze e funzionalità multipiano, puoi essere sicuro che ogni stanza sarà pulita in modo efficace e accurato.

3. Potenza di aspirazione

La potenza di aspirazione di un robot aspirapolvere è un fattore determinante per la sua performance e, in molti casi, può fare la differenza tra un’apparecchio che si limita a spostare lo sporco e uno che lo rimuove efficacemente. Ma cosa significa esattamente parlare di potenza di aspirazione?

In termini semplici, la potenza di aspirazione è la forza con cui il robot riesce ad aspirare lo sporco e i detriti dal pavimento. Questa forza si misura in Pascal (Pa), e normalmente, un valore elevato indica un’elevata capacità di aspirazione. Ora, immagina un robot aspirapolvere con una potenza di aspirazione di circa 5.000 Pa. Questo non solo significa che ha una potenza di aspirazione molto forte, ma anche che può affrontare con facilità anche la pulizia dei tappeti e delle superfici più difficili, come la moquette appunto.

I vantaggi di una potenza di aspirazione elevata sono molteplici. Prima di tutto, un robot con una potenza di aspirazione di 5.000 Pa o anche più, è in grado di rimuovere efficacemente la polvere e lo sporco da qualsiasi superficie, sia essa un pavimento duro come il parquet, un tappeto spesso o la moquette. Può affrontare con facilità anche lo sporco più ostinato, come i peli di animali o le particelle più piccole che tendono ad insinuarsi nelle fibre del tappeto.

Secondo, un robot aspirapolvere con una potenza di aspirazione elevata può assicurare una pulizia più profonda e completa. Non si limita a rimuovere lo sporco superficiale, ma penetra in profondità nelle fibre del tappeto o nelle fessure del pavimento, assicurando che anche le particelle più piccole vengano rimosse. Questo significa che la tua casa sarà non solo più pulita, ma anche più igienica.

Terzo, un robot aspirapolvere con una potenza di aspirazione sostanziosa può risparmiarti tempo e fatica. Grazie alla sua elevata capacità di aspirazione, può pulire più efficacemente in meno tempo, liberandoti da una delle faccende domestiche più faticose e noiose. Non dovrai più preoccuparti di passare l’aspirapolvere più volte sulla stessa area per rimuovere lo sporco ostinato: il tuo robot lo farà per te, lasciandoti più tempo per dedicarti a quello che ti piace.

Nota: sappi che nella maggior parte dei casi i robot aspirapolvere per moquette ti danno la possibilità di regolare la potenza di aspirazione. In altri casi sono addirittura in grado di regolarla automaticamente, in base al tipo di superficie rilevato dai sensori!

4. Autonomia e capienza serbatoio

L’autonomia di un robot aspirapolvere è un aspetto fondamentale, poiché determina il tempo che il dispositivo può trascorrere a pulire la tua casa prima di ritornare alla base per ricaricarsi. In genere, l’autonomia di un robot aspirapolvere varia da un minimo di 60 minuti a un massimo di circa 150 minuti. Un robot con un’autonomia di 150 minuti può pulire senza interruzioni per 2,5 ore, il che è più che sufficiente per la maggior parte delle case.

Passiamo ora ad un’altra caratteristica importante: la capienza del serbatoio, che indica la quantità di sporco e detriti che può contenere prima di dover essere svuotato. Questa varia da modello a modello, ma in genere si aggira attorno ai 0,6 litri. Ricorda che un serbatoio più grande significa meno svuotamenti, ma anche un robot più grande e pesante.

Infine, esistono anche robot aspirapolvere con svuotamento automatico. Questi modelli avanzati sono dotati di una stazione di base che svuota automaticamente il serbatoio del robot, permettendogli di pulire per settimane senza che tu debba preoccuparti di svuotarlo. Questa funzione non solo ti risparmia il fastidioso compito di svuotare il serbatoio, ma significa anche che il robot può funzionare in modo completamente autonomo per periodi molto lunghi.

5. Connessione WiFi e funzioni

La connessione WiFi è una funzionalità fondamentale per un robot aspirapolvere moderno e tecnologicamente avanzato. Attraverso il WiFi, il tuo robot può connettersi alla tua rete domestica, permettendoti di controllarlo comodamente dal tuo smartphone o tablet. Ma come funziona esattamente questa connessione? È molto semplice. Una volta che il tuo robot aspirapolvere è connesso alla rete WiFi, puoi scaricare una app dedicata, che ti permetterà di interagire con il robot in modo intuitivo e immediato.

Spesso queste app offrono una vasta gamma di funzioni, pensate per rendere l’uso del tuo robot aspirapolvere ancora più comodo e personalizzato. Un esempio è la programmazione. Tramite l’app, puoi impostare orari e giorni in cui desideri che il robot si attivi per pulire la tua casa. Così, anche quando non sei a casa, il robot può continuare a lavorare, garantendo un ambiente sempre pulito.

Un’altra funzione molto utile che potresti trovare è quella dei recinti virtuali. Questa funzione ti permette di creare delle barriere invisibili all’interno della tua casa, che il robot rispetterà. Così, se ci sono aree che preferisci che il robot non pulisca, come ad esempio la zona dove si trova la ciotola del tuo animale domestico, o stanze particolarmente disordinate, puoi semplicemente impostare un recinto virtuale. Il robot riconoscerà questo limite e non entrerà in quella zona.

6. Sistema di filtraggio HEPA

Un elemento che distingue i robot aspirapolvere moderni ed efficienti è la presenza di un filtro HEPA. Ma cosa significa? HEPA è l’acronimo di High Efficiency Particulate Air, che in pratica indica un tipo di filtro in grado di trattenere una grandissima percentuale di particelle molto piccole. Questo è uno dei motivi per cui un robot aspirapolvere con filtro HEPA è così prezioso per la tua casa.

Quando un robot aspirapolvere con filtro HEPA lavora, aspira l’aria insieme allo sporco dal pavimento. Quest’aria passa attraverso il filtro HEPA, che trattiene le particelle di sporco, mentre l’aria pulita viene rimessa in circolo. Così, non solo il tuo pavimento viene pulito, ma anche l’aria che respiri diventa più pura. Questa funzionalità è particolarmente importante se in casa ci sono persone allergiche o asmatiche, poiché i filtri HEPA sono in grado di trattenere allergeni come acari della polvere, pollini, spore di muffa e peli di animali.

Un altro grande vantaggio dei robot aspirapolvere con filtro HEPA è che sono molto più igienici. Non appena il robot ha finito la sua attività di pulizia, tutto quello che devi fare è svuotare il contenitore della polvere. Poiché il filtro HEPA ha già trattenuto la maggior parte delle particelle di sporco, la polvere che si vede è molto meno rispetto a quella che si avrebbe con un aspirapolvere tradizionale.

Conclusioni

In conclusione, un robot aspirapolvere per moquette rappresenta un investimento che migliora la qualità della vita. Questi dispositivi, dotati di potenza di aspirazione sostanziosa, autonomia elevata, connettività WiFi e filtri HEPA, offrono la comodità di una pulizia efficace e igienica, con il minimo sforzo. Sia che tu stia cercando di risparmiare tempo, mantenere un ambiente pulito per le persone allergiche, o semplicemente desideri goderti il comfort di una casa pulita senza il fastidio delle pulizie, un robot aspirapolvere per moquette è la soluzione ideale!

Ultimo aggiornamento 2024-06-18 at 09:47 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento